Congiuntivite

La congiuntivite è un’infiammazione della congiuntiva, la membrana trasparente che ricopre la parte bianca dell’occhio (la sclera) e la superficie interna alla palpebra. Quando la congiuntiva è infiammata o infetta, i vasi sanguigni si dilatano causando arrossamento. È una patologia molto comune che può manifestarsi a qualsiasi età e se non subentrano complicazioni, la congiuntivite non provoca problemi alla funzionalità visiva. Può manifestarsi in forma acuta o cronica e avere numerose cause: di tipo infettivo, infezioni oculari dovute ad agenti patogeni quali batteri, virus, funghi o parassiti, non infettivo come la congiuntivite allergica.

Congiuntivite batterica

Il nostro organismo normalmente si difende naturalmente prevenendo e limitando le infezioni. Nei casi in cui ci sia un’alterazione dei naturali meccanismi di difesa, per esempio alterazione del film lacrimale, traumi o in caso di abbassamento delle difese immunitarie, può esserci il rischio di sviluppo di congiuntivite batterica. 

La congiuntivite di origine batterica è una forma molto comune. Può presentarsi per contagio interumano oppure può derivare da un’anomala proliferazione della flora batterica presente sulla congiuntiva o a causa di batteri patogeni provenienti dal distretto nasofaringeo, dal margine palpebrale o dall’uso di lenti a contatto o da corpi estranei.

SINTOMI

È caratterizzata dai segni tipici dell’infiammazione alla congiuntiva, come occhi arrossati, prurito, gonfiore e sensazione di corpo estraneo, accompagnati da secrezioni purulente.

TRATTAMENTO

Essendo contagiosa, la congiuntivite batterica richiede alcuni accorgimenti igienici:

  • evitare di strofinarsi gli occhi
  • lavarsi frequentemente le mani
  • utilizzare salviette sterili per la pulizia della secrezione
  • utilizzare asciugamani e teli personali
  • evitare l’utilizzo di cosmetici nella zona interessata

Per il trattamento della congiuntivite batterica, si utilizzano terapie topiche a base di colliri antibiotici, la cui prescrizione e dosaggio deve essere indicata dal medico oculista. Oltre alla terapia, essendo una patologia contagiosa, è necessario seguire le misure igieniche. Pur potendosi manifestare a tutte le età, la congiuntivite batterica è molto comune nei bambini.

Congiuntivite virale

La congiuntivite virale è una forma di congiuntivite sostenuta da agenti virali (virus) di diverso tipo, alcuni dei quali possono causare nello stesso periodi i classici sintomi di rinofaringite nasale perché è spesso correlata a un processo virale che colpisce le vie respiratorie superiori.

Spesso colpisce entrambi gli occhi in quanto è molto facile che l’infezione si diffonda da un occhio all’altro.

 

SINTOMI

Gli occhi si presentano rossi e gonfi e in qualche caso, ma non sempre, può esserci secrezione che porta ad “incollare” le palpebre al risveglio al mattino. La congiuntivite virale è molto contagiosa dal periodo di incubazione (alcuni giorni prima dell'inizio dei sintomi) e poi per due settimane.

TRATTAMENTO

Il trattamento della congiuntivite virale combina oltre a trattamenti farmacologici rigorosamente indicati dal medico oculista e misure igieniche come lavarsi le mani frequentemente, evitare il contatto con gli occhi e lavare a fondo gli occhi più volte al giorno con soluzioni per il lavaggio oculare o soluzioni saline.

È essenziale fare attenzione a non usare gli stessi colliri monodose per entrambi gli occhi o gli stessi asciugamani e teli per pulire entrambi gli occhi.

Il nostro sito usa cookie per offrire una migliore fruibilità di navigazione inclusi cookie "terze parti" e di profilazione per l'invio di comunicazioni commerciali in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui